Insight Article Desktop Banner
 
 
Capacità di tenuta
  •  
maggio 21, 2020
Resilienza intrinseca
Insight Video Mobile Banner
 
maggio 21, 2020

Resilienza intrinseca


Capacità di tenuta

Resilienza intrinseca

Share Icon

maggio 21, 2020

 
 

L’esploratore Sir Ranulph Fiennes diceva: “Non esiste il brutto tempo. Solo l’abbigliamento inadeguato”. Una massima che sembra fatta su misura per questo periodo in cui gli investitori globali sono alla ricerca di rassicurazioni dinanzi alla pandemia in atto.

Agli investitori considerato il contesto d’investimento mutato andrebbe forse suggerito di riconsiderare le opportunità dell’investimento veramente attivo per superare eventuali, futuri immensi baratri o profonde voragini. Gli indici di riferimento sono, a nostro avviso, rischiosi per natura poiché includono diverse società di qualità diversa. Cercare semplicemente di replicare la performance degli indici costituisce una falsa sicurezza. L’investimento attivo, in particolare nelle mani di gestori disciplinati ed esperti, offre la possibilità di essere pronti, di individuare utili solidi e di conseguire una significativa sovraperformance nel lungo periodo grazie a portafogli di alta qualità relativamente resilienti.

L’essenza dell’investimento attivo

Le continue tensioni commerciali USA-Cina, le politiche petrolifere e l’evoluzione della pandemia hanno tutte accentuato la volatilità negli ultimi mesi.

 
 
"
L’investimento attivo nel lungo termine è essenziale per muoversi tra gli alti e i bassi del mercato”.
 
 
 

Non possiamo influenzare e nemmeno prevedere gli scenari macroeconomici o i focolai della pandemia, ma possiamo mirare a garantire che i titoli in cui abbiamo investito siano i più resilienti presenti sul mercato. Il nostro team d’investimento si concentra sulla selezione di titoli di elevata qualità in grado di far crescere il capitale nel lungo termine e cerca di ridurre al minimo la possibilità di una perdita permanente di capitale. Queste società di alta qualità e ben gestite, in grado di sostenere un’elevata redditività del capitale operativo con potenziale di crescita e solidi utili, sono quelle che chiamiamo “quality compounder”. I nostri portafogli resilienti sono costruiti per natura su questi compounder. 

Le società di questo genere sono piuttosto rare, pertanto, quando ne acquistiamo i titoli, il nostro grado di convinzione si riflette in posizioni di dimensioni considerevoli, fino al 10% del portafoglio, e in un’active share per portafoglio superiore al 90%. Il vantaggio di un portafoglio che comprende compounder così solidi è testimoniato dalla strategia Global Franchise con i suoi 24 anni di track record di apprezzamento del capitale a lungo termine con volatilità nel lungo termine inferiore rispetto a quella degli indici di riferimento generali.

Dialogare con compounder sostenibili in un mondo più complesso

La nostra strategia d’investimento si è sempre concentrata su società a bassa intensità di capitale con solidi asset intangibili, come marchi o reti, che offrono potere di determinazione dei prezzi, crescita costante dei ricavi, utili solidi, robusti free cash flow e dividendi costanti.

In quanto investitori attivi, monitoriamo sempre i cambiamenti di scenario che riguardano i consumatori e i concorrenti e siamo attenti ai rischi possibili per la sostenibilità dei rendimenti nel lungo termine sul capitale. Ciò include i rischi ESG concreti nonché le considerevoli opportunità che i fattori ESG possono offrire alle società in cui investiamo. I nostri gestori di portafoglio analizzano questi fattori ESG concreti nell’ambito della loro ricerca fondamentale bottom-up. Riteniamo che incorporare i criteri ESG sia essenziale per il compounding nel lungo termine, che sia utile per l’identificazione di compounder sostenibili e per l’individuazione di titoli vincenti evitando quelli perdenti.

 
 
"
In quanto investitori attivi, monitoriamo sempre i cambiamenti di scenario che riguardano i consumatori e i concorrenti e siamo attenti ai rischi possibili per la sostenibilità dei rendimenti nel lungo termine sul capitale".
 
 
 

Come fanno alcuni dei più noti marchi mondiali a mantenere la partecipazione e una quota di mercato preponderanti in un quadro dominato dalle novità e dalle difficoltà e in un mondo sempre più destabilizzato dai social media? È un interrogativo che ci stiamo ponendo sempre più spesso. La risposta per le imprese di beni di largo consumo consiste nel restare allineati all’evoluzione delle preferenze e dei valori dei consumatori, ad esempio, l’uso di ingredienti naturali o biologici o di imballaggi più ecologici, oppure un'adeguata distribuzione delle risorse del brand in una fase di crisi. I produttori di beni di largo consumo che restano allineati e che mantengono la fiducia dei propri consumatori possono conquistare nuove quote di mercato e preservare il proprio potere di determinazione dei prezzi rispetto ai concorrenti che non lo fanno. Di conseguenza, spesso ciò determina un aumento dei rendimenti nel lungo termine. Inoltre, la struttura della governance è fondamentale: in genere preferiamo team di gestione agili e decentralizzati in grado di reagire alle condizioni del mercato locale, che scelgono di investire nei relativi marchi e attenti a non dissipare il free cash flow in acquisizioni poco remunerative.

Non tutte le società di franchising sono marchi di beni di consumo. Anche i ricavi ricorrenti generati dalle reti possono preannunciare un’interessante stabilità degli utili, ma ancor di più con il passaggio verso il cloud. Per le società di software e servizi IT nelle quali scegliamo di investire, restare allineate significa dare sostegno ad altre aziende (e in alcuni casi alla collettività) per soddisfare le loro esigenze digitali in evoluzione e gestire in modo prudente il trattamento dei dati. Anche la tecnologia medica ci ha aperto nuove strade per l’individuazione di solidi ricavi ricorrenti in aree come quelle delle apparecchiature medicali, delle scienze naturali e della diagnostica.

Soprattutto, non analizziamo le aziende da lontano. I gestori di portafoglio gestiscono direttamente il voto per delega, di norma incontrano il senior management, i membri dei CdA e i comitati per la remunerazione delle società in cui investiamo e instaurano un dialogo ove necessario. Spesso ciò significa concentrarsi su strutture di incentivazione, che a nostro parere possono essere cruciali per le decisioni del management, oppure valutare la consapevolezza e l’efficienza del management riguardo alla presenza ambientale o sociale della propria società o i cambiamenti nel modo di pensare delle autorità di regolamentazione e dei consumatori in merito alla protezione dei dati e all’antitrust.  

Un portafoglio attivo per offrire protezione contro l’incertezza dei mercati odierni

Le società di alta qualità sono per natura meno esposte o meglio equipaggiate per far fronte a potenziali eventi avversi, come testimoniato dalla lunga esperienza di relativa sovraperformance nelle fasi di ribasso vantata dalla nostra strategia.

Forse un aspetto ancora più interessante sarebbe un esame più attento della sostenibilità degli utili tra diversi settori durante l’ultima crisi finanziaria. Gli utili delle società di software e servizi sono saliti del 2% nell’arco di 18 mesi, rispetto a una flessione del 40% dell’Indice MSCI World, mentre i settori della sanità e dei beni di consumo primari hanno registrato solo un lieve calo (Figura 1).

 
 
 
Figura 1: I settori della sanità, dei beni di consumo primari, del software e dei servizi IT hanno registrato una buona tenuta in un mercato in fase di ribasso.
 

Fonte: FactSet. (NTM: prossimi dodici mesi. EPS: utili per Azione)

 
 

Questi stessi settori sono stati meno penalizzati durante la recente correzione del mercato.

Data la predilezione del nostro portafoglio per questi settori difensivi di alta qualità, a nostro avviso gli utili del portafoglio dovrebbero continuare a esibire una tenuta migliore rispetto al mercato nel complesso.

La pandemia in atto, l’incertezza politica, l’inasprimento della vigilanza normativa, il cambiamento climatico e i rapidi progressi nella tecnologia mettono le società di tutto il mondo di fronte a costanti sfide da superare.  

Oggi e al di là della pandemia, gli investitori che operano sui mercati azionari globali dovrebbero andare in cerca di portafogli con società resilienti, di alta qualità e di team di gestori di portafoglio dotati della visione e del metodo per individuarle.

 
 

I rendimenti passati non sono indicativi di risultati futuri. Non tutte le posizioni detenute in portafoglio hanno contribuito o contribuiranno in modo positivo alla performance nelle fasi di rialzo o di ribasso dei mercati. Tutti gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita del capitale.

 
 

Considerazioni sui rischi

Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo d’investimento del portafoglio sarà raggiunto. I portafogli sono esposti al rischio di mercato, ovvero la possibilità che il valore di mercato dei titoli detenuti dal portafoglio diminuisca. Di conseguenza, l’investimento in questa strategia può comportare una perdita per l’investitore. Inoltre, la strategia può essere esposta ad alcuni rischi aggiuntivi. I mutamenti che investono l’economia mondiale, la spesa al consumo, la concorrenza, i fattori demografici, le preferenze dei consumatori, le norme varate dai governi e le condizioni economiche possono influire negativamente sulle società che operano su scala globale e produrre sulla strategia un impatto negativo maggiore rispetto a quello che si sarebbe avuto se il patrimonio fosse stato investito in un più ampio ventaglio di società. Le valutazioni dei titoli azionari tendono in genere a oscillare anche in risposta a eventi specifici in seno a una determinata società. I titoli delle società a bassa e media capitalizzazione comportano rischi particolari, come l’esiguità delle linee di prodotto, dei mercati e delle risorse finanziarie, e in genere presentano una volatilità di mercato più alta rispetto a quelli di società più consolidate e di maggiori dimensioni. Gli investimenti nei mercati esteri comportano rischi specifici, quali rischi di cambio, politici, economici e di mercato. I rischi associati agli investimenti nei mercati dei paesi emergenti sono maggiori di quelli generalmente associati agli investimenti nei paesi sviluppati. I portafogli non diversificati spesso investono in un numero più ristretto di emittenti. Pertanto, le variazioni della situazione finanziaria o del valore di mercato di un singolo emittente possono causare una maggiore volatilità. I titoli illiquidi possono essere più difficili da vendere e valutare rispetto a quelli quotati in borsa (rischio di liquidità). Gli strumenti derivati possono amplificare le perdite in maniera sproporzionata e incidere significativamente sulla performance. Inoltre possono essere soggetti a rischi di controparte, di liquidità, di valutazione, di correlazione e di mercato.

 
william.lock
Head of International Equity Team
 
laura.bottega
Managing Director
International Equity Team
 
 
 
 

INFORMAZIONI IMPORTANTI: Le opinioni espresse sono quelle dell’autore alla data di pubblicazione, possono variare in qualsiasi momento a causa di cambiamenti delle condizioni economiche o di mercato e potrebbero non realizzarsi. Le opinioni espresse non riflettono i giudizi di tutti gli specialisti degli investimenti di Morgan Stanley Investment Management (MSIM) né le opinioni dell’azienda nel suo complesso e potrebbero non trovare riscontro in tutte le strategie e in tutti i prodotti offerti dalla Società.

La presente comunicazione generale, che non è imparziale, viene fornita unicamente a fini informativi e divulgativi e non costituisce una raccomandazione. Le informazioni riportate non tengono conto degli obiettivi finanziari, della situazione e delle esigenze specifiche dei singoli investitori.

Tabelle e grafici sono forniti a solo scopo illustrativo. I dati sulla performance si riferiscono ai rendimenti passati. Le performance passate non rappresentano una garanzia dei risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita del capitale.

Prima di prendere decisioni d’investimento, si raccomanda agli investitori di esaminare attentamente i documenti di offerta relativi alla strategia/al prodotto. Cliccare sul link sopra riportato per visualizzare il contenuto completo di questo documento e altre informazioni importanti.

Poiché non è possibile garantire che le strategie d’investimento risultino efficaci in tutte le condizioni di mercato, ciascun investitore deve valutare la propria capacità di mantenere l’investimento nel lungo termine e in particolare durante le fasi di ribasso dei mercati.  Prima di investire, si raccomanda agli investitori di esaminare attentamente i documenti d’offerta relativi alla strategia/al prodotto. Vi sono importanti differenze nel modo in cui la strategia viene realizzata nei singoli veicoli d’investimento.

I conti a gestione separata potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori. I conti separati gestiti in base alla Strategia illustrata comprendono diversi valori mobiliari e potrebbero non replicare la performance di un indice. Si raccomanda di valutare attentamente gli obiettivi d’investimento, i rischi e i costi della Strategia prima di effettuare un investimento.

Le opinioni espresse sono quelle dell’autore o del team d’investimento alla data di redazione del presente materiale, possono variare in qualsiasi momento a causa di cambiamenti delle condizioni economiche o di mercato e potrebbero non realizzarsi. Inoltre, le opinioni non saranno aggiornate né altrimenti riviste per riflettere informazioni resesi disponibili in seguito, circostanze esistenti o modifiche verificatesi dopo la data di pubblicazione. Le tesi espresse non riflettono i giudizi di tutti i team di investimento di Morgan Stanley Investment Management (MSIM), né le opinioni dell’azienda nel suo complesso e potrebbero non trovare riscontro in tutte le strategie e in tutti i prodotti offerti dalla Società.

Alcune delle informazioni ivi contenute si basano sui dati ottenuti da fonti terze considerate affidabili. Ciò nonostante, non abbiamo verificato tali informazioni e non rilasciamo dichiarazione alcuna circa la loro correttezza o completezza.

Il presente documento è da intendersi come una comunicazione generale non imparziale e tutte le informazioni fornite hanno esclusivamente scopo informativo e non sono da intendersi quale offerta o raccomandazione per l’acquisto o la vendita di valori mobiliari o l’adozione di una qualsiasi strategia d’investimento. Le informazioni ivi contenute non tengono conto delle circostanze personali del singolo investitore e non rappresentano una consulenza d’investimento, né vanno in alcun modo interpretate quale consulenza fiscale, contabile, legale o normativa. A tal fine, nonché per conoscere le implicazioni fiscali di eventuali investimenti, si raccomanda agli investitori di rivolgersi a consulenti legali e finanziari indipendenti prima di prendere qualsiasi decisione d’investimento.

La presente pubblicazione non è stata redatta dal Dipartimento di ricerca di Morgan Stanley e non è da intendersi quale raccomandazione di ricerca. Le informazioni contenute in questa pubblicazione non sono state predisposte in conformità a requisiti di legge finalizzati a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non sono soggette ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione dei risultati di tali ricerche.

MSIM non ha autorizzato gli intermediari finanziari a utilizzare e distribuire il presente documento, a meno che tale utilizzo e distribuzione avvengano in conformità alle leggi e normative vigenti. Inoltre, gli intermediari finanziari sono tenuti ad assicurarsi che le informazioni contenute nel presente documento siano adatte ai soggetti a cui trasmettono il presente documento alla luce delle circostanze e degli obiettivi di costoro. MSIM non può essere ritenuta responsabile e declina ogni responsabilità in merito all’utilizzo proprio o improprio del presente documento da parte degli intermediari finanziari.

Il presente documento potrebbe essere stato tradotto in altre lingue. La versione originale in lingua inglese è quella predominante. In caso di discrepanze tra la versione inglese e quella in altre lingue del presente documento, farà fede la versione inglese.

Il presente documento non può essere riprodotto, copiato o trasmesso, integralmente o in parte, e i suoi contenuti non possono essere divulgati a terzi, senza l’esplicito consenso scritto di MSIM. Tutte le informazioni di cui al presente documento sono informazioni proprietarie tutelate dalla legge sul diritto d’autore.


DISTRIBUZIONE

Il presente documento è destinato e sarà distribuito solo ai soggetti residenti nelle giurisdizioni in cui la sua distribuzione o disponibilità non sia vietata dalle leggi e normative vigenti.

Regno Unito – Morgan Stanley Investment Management Limited è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrata in Inghilterra. N. di registrazione: 1981121. Sede legale: 25 Cabot Square, Canary Wharf, London E14 4QA, autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Dubai – Morgan Stanley Investment Management Limited (Representative Office, Unit Precinct 3-7th Floor-Unit 701 and 702, Level 7, Gate Precinct Building 3, Dubai International Financial Centre, Dubai, 506501, Emirati Arabi Uniti. Telefono: +97 (0)14 709 7158). Germania – Morgan Stanley Investment Management Limited Niederlassung Deutschland, Grosse Gallusstrasse 18, 60312, Francoforte sul Meno, Germania (Gattung: Zweigniederlassung (FDI) gem. § 53b KWG).  Italia – Morgan Stanley Investment Management Limited, Milan Branch (Sede Secondaria di Milano) è una filiale di Morgan Stanley Investment Management Limited, una società registrata nel Regno Unito, autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority (FCA), e con sede legale in 25 Cabot Square, Canary Wharf, London, E14 4QA. Morgan Stanley Investment Management Limited Milan Branch (Sede Secondaria di Milano) con sede in Palazzo Serbelloni, Corso Venezia 16, 20121 Milano, Italia, registrata in Italia con codice fiscale e P. IVA 08829360968. Paesi Bassi – Morgan Stanley Investment Management, Rembrandt Tower, 11th Floor Amstelplein 1 1096HA, Paesi Bassi. Telefono: +31 2-0462-1300. Morgan Stanley Investment Management è una filiale di Morgan Stanley Investment Management Limited. Morgan Stanley Investment Management Limited è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority nel Regno Unito. Svizzera – Morgan Stanley & Co. International plc, London, Zurich Branch, autorizzata e regolamentata dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (“FINMA”). Iscritta al Registro di commercio di Zurigo CHE-115.415.770. Sede legale: Beethovenstrasse 33, 8002 Zurigo, Svizzera, telefono +41 (0) 44 588 1000. Facsimile Fax: +41(0) 44 588 1074.

Stati Uniti –

I conti a gestione separata potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori. Nei conti separati gestiti in base alla strategia illustrata sono inseriti diversi valori mobiliari; essi potrebbero non replicare la performance di un indice. Si prega di valutare attentamente gli obiettivi d’investimento, i rischi e gli oneri della strategia prima di effettuare investimenti. È richiesto un livello patrimoniale minimo. Il modulo ADV, Parte 2, contiene informazioni importanti sul gestore degli investimenti.

Prima di investire si consiglia di valutare attentamente gli obiettivi d'investimento, i rischi, le commissioni e le spese dei comparti. I prospetti contengono queste e altre informazioni sui comparti. Una copia del prospetto può essere scaricata dal sito morganstanley.com/im o richiesta telefonando al numero +1-800-548-7786. Si prega di leggere attentamente il prospetto prima di investire.

Morgan Stanley Distribution, Inc. è il distributore di Morgan Stanley Funds.

NON GARANTITO DALLA FDIC | PRIVO DI GARANZIA BANCARIA | RISCHIO DI PERDITA DEL CAPITALE | NON GARANTITO DA ALCUN ENTE FEDERALE | NON È UN DEPOSITO BANCARIO

Hong Kong – Il presente documento è stato pubblicato da Morgan Stanley Asia Limited per essere utilizzato a Hong Kong e reso disponibile esclusivamente ai “professional investor” (investitori professionali) ai sensi delle definizioni contenute nella Securities and Futures Ordinance di Hong Kong (Cap 571). Il suo contenuto non è stato verificato o approvato da alcuna autorità di vigilanza, ivi compresa la Securities and Futures Commission di Hong Kong. Di conseguenza, fatte salve le esenzioni eventualmente previste dalle leggi applicabili, questo documento non può essere pubblicato, diffuso, distribuito, indirizzato o reso disponibile al pubblico a Hong Kong. Singapore –Il presente documento non deve essere considerato come un invito a sottoscrivere o ad acquistare, direttamente o indirettamente, destinato al pubblico o a qualsiasi soggetto di Singapore che non sia (i) un “institutional investor” ai sensi della Section 304 del Securities and Futures Act, Chapter 289 di Singapore (“SFA”), (ii) una “relevant person” (che comprende un investitore accreditato) ai sensi della Section 305 dell’SFA, fermo restando che anche in questi casi la distribuzione viene effettuata nel rispetto delle condizioni specificate dalla Section 305 dell’SFA o (iii) altri soggetti, in conformità e nel rispetto delle condizioni di qualsiasi altra disposizione applicabile emanata dalla SFA. La presente pubblicazione non è stata esaminata dalla Monetary Authority of Singapore. Australia –La presente pubblicazione è diffusa in Australia da Morgan Stanley Investment Management (Australia) Pty Limited ACN: 122040037, AFSL n. 314182, che si assume la responsabilità del relativo contenuto. Questa pubblicazione e l’accesso alla stessa sono destinati unicamente ai “wholesale client” conformemente alla definizione dell’Australian Corporations Act.

Giappone – Il presente documento è destinato ai soli investitori professionali e viene diffuso o distribuito unicamente a scopi informativi. Per i destinatari che non siano investitori professionali, il presente documento viene fornito in relazione alle attività di Morgan Stanley Investment Management (Japan) Co., Ltd. (“MSIMJ”) concernenti i mandati di gestione discrezionale degli investimenti (“IMA”) e i mandati di consulenza di investimento (“IAA”)  e non costituisce una raccomandazione o sollecitazione di transazioni od offerte relative a uno strumento finanziario specifico. In base ai mandati discrezionali di gestione degli investimenti, il cliente stabilisce le politiche di gestione di base in anticipo e incarica MSIMJ di prendere tutte le decisioni di investimento sulla base di un’analisi del valore e di altri fattori inerenti ai titoli e MSIMJ accetta tale incarico. Il cliente delega a MSIMJ i poteri necessari per effettuare gli investimenti. MSIMJ esercita tali poteri delegati sulla base delle decisioni d’investimento prese da MSIMJ e il cliente non impartisce istruzioni individuali.  Tutti gli utili e le perdite degli investimenti spettano ai clienti; il capitale iniziale non è garantito. Si raccomanda di valutare gli obiettivi d’investimento e le tipologie di rischio prima di effettuare un investimento. La commissione applicabile ai mandati di gestione discrezionali o di consulenza d’investimento si basa sul valore degli attivi in questione moltiplicato per una determinata aliquota (il limite massimo è il 2,20% annuo inclusivo d’imposta), calcolata proporzionalmente alla durata del periodo contrattuale. Alcune strategie sono soggette a una commissione condizionata (contingency fee) in aggiunta a quella sopra menzionata. Potrebbero essere applicati altri oneri indiretti, come ad esempio le commissioni di intermediazione per l’acquisto di titoli inglobati in altri strumenti. Poiché questi oneri e spese variano a seconda delle condizioni contrattuali e di altri fattori, MSIMJ non è in grado di illustrare in anticipo aliquote, limiti massimi, ecc. Si raccomanda a tutti i clienti di leggere attentamente la documentazione fornita in vista della stipula del contratto prima di sottoscriverne uno. Il presente documento è distribuito in Giappone da MSIMJ, n. registrazione 410 (Director of Kanto Local Finance Bureau (Financial Instruments Firms)), membro di: Japan Securities Dealers Association, The Investment Trusts Association, Giappone, Japan Investment Advisers Association e Type II Financial Instruments Firms Association.

NOTA INFORMATIVA

EMEA – La presente comunicazione è stata pubblicata da Morgan Stanley Investment Management Limited (“MSIM”). Società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrata in Inghilterra con il n. 1981121. Sede legale: 25 Cabot Square, Canary Wharf, Londra E14 4QA.

Tutte le informazioni di cui al presente documento sono informazioni proprietarie tutelate dalla legge sul diritto d’autore.

Morgan Stanley Investment Management è la divisione di asset management di Morgan Stanley.

 

Prima di procedere è necessario leggere attentamente tutti i Termini e le Condizioni che illustrano i vincoli legali e normativi che regolano la divulgazione delle informazioni relative ai prodotti di investimento Morgan Stanley Investment Management.

È possibile che i servizi illustrati in questo sito Web non siano disponibili in tutte le giurisdizioni o a qualsiasi persona. Per ulteriori informazioni, si rimanda alle condizioni d'uso.


Privacy e cookie    •    Istruzioni per l'uso

©  Morgan Stanley. Diritti riservati.