Insight Article Desktop Banner
 
 
Calvert
  •  
ottobre 11, 2021

Tesla ancora carente in termini di diversità secondo Calvert

Insight Video Mobile Banner
 
ottobre 11, 2021

Tesla ancora carente in termini di diversità secondo Calvert


Calvert

Tesla ancora carente in termini di diversità secondo Calvert

Share Icon

ottobre 11, 2021

 
 

Washington - Calvert accoglie con favore i contributi apportati da Tesla per la creazione di un'economia net zero mediante l'offerta di veicoli elettrici (EV). Tuttavia, riconosciamo al contempo che è assolutamente importante promuovere diversità e inclusione nel mondo del lavoro a fronte di un mercato globale sempre più competitivo. Abbiamo pertanto esortato Tesla a migliorare. Diversi fondi gestiti da Calvert hanno presentato una delibera degli azionisti invitando la società a fornire più dati quantitativi sul proprio impegno in termini di diversità, equità e inclusione (DEI).

 
 

A nostro avviso, per quanto concerne informative e trasparenza a livello di DEI, la società è rimasta indietro rispetto ai suoi omologhi. Secondo le relazioni preliminari, la delibera sembra essere stata adottata grazie al supporto degli azionisti che ha prevalso sulle obiezioni del management.

Per il momento crediamo nell'intenzione di Tesla di voler creare un ambiente di lavoro più eterogeneo e inclusivo. Ci chiediamo però se la società sia veramente in grado di conseguire questo obiettivo. Attualmente la società non sta, a nostro avviso, dimostrando di essere in grado di raggiungere questo obiettivo e altre aziende hanno conseguito prestazioni migliori in questo ambito. Stiamo pertanto predisponendo misure volte a incoraggiare Tesla a intraprendere questo percorso e desideriamo ricevere i dati necessari per misurare regolarmente i progressi compiuti.

Nuovi operatori di mercato comportano una sfida

Alcuni portafogli gestiti da Calvert hanno detenuto in diversi momenti posizioni in Tesla, e Calvert è perfettamente consapevole del fatto che il contesto competitivo per i veicoli elettrici sia in rapida evoluzione. Tesla si trova ad affrontare molteplici nuove criticità che minacciano il suo posizionamento di mercato, poiché le maggiori case automobilistiche stanno cercando di recuperare quote di mercato. Nuovi operatori di mercato del settore tecnologico, startup finanziate da società di venture capital e aziende cinesi a partecipazione statale fanno il loro ingresso nel segmento dei veicoli elettrici.

I potenziali acquirenti tipici di una Tesla dimostrano sensibilità al marchio e si aspettano, addirittura pretendono, rapidi processi di innovazione, nonché leadership in termini di specifiche tecniche. Dopo anni di quasi totale dominio del mercato, Tesla si trova ora a fare i conti con la concorrenza mossa da molte altre solide aziende. Si tratta, in altre parole, di una battaglia per l'acquisizione di talenti. È importante notare che la ricerca dimostra che team eterogenei e inclusivi danno un maggior impulso all'innovazione. È per questo motivo che Calvert ha presentato una delibera degli azionisti che richiede alla società una maggiore focalizzazione e trasparenza nonché l'adozione di indicatori di performance in quest'ambito. Stiamo predisponendo misure che, a nostro avviso, fungeranno da catalizzatore del cambiamento di cui Tesla ha bisogno e che forniranno alla nostra società (e a tutti gli stakeholder) la trasparenza necessaria per analizzare la capacità di Tesla di migliorare e mantenere il proprio vantaggio competitivo.

Incoraggiare Tesla a creare un ambiente di lavoro maggiormente inclusivo

In occasione dell'assemblea generale annuale di Tesla, tenutasi il 7 ottobre, Kimberly Stokes di Calvert ha rilasciato una dichiarazione a favore della delibera degli azionisti presentata da Calvert:

"Nella sua relazione 2020 riguardante diversità, equità e inclusione (DEI), Tesla sostiene di essere "impegnata ad accelerare la transizione verso un sistema energetico sostenibile a livello mondiale". Calvert Research and Management sostiene vivamente questo impegno e ritiene che sia importante investire in società che svolgono un ruolo preminente nel conseguimento dell'obiettivo di emissioni nette pari a zero. Siamo tuttavia consapevoli del fatto che occorrono risorse umane per raggiungere questi obiettivi e invitiamo Tesla a dimostrare come la propria strategia di gestione del capitale umano, e in particolare la sua strategia in termini di diversità, equità e inclusione, sostenga il livello di innovazione e collaborazione necessario per conseguire tale traguardo."

I motivi a favore della diversità sono chiari. Numerosi studi dimostrano i potenziali vantaggi offerti da un ambiente lavorativo improntato alla diversità in termini di miglioramento dei rendimenti finanziari e della performance azionaria.

Comprendere le richieste specifiche di Calvert riguardanti l'attività di reporting DEI

La relazione DEI 2020 di Tesla non contiene sufficienti informazioni quantitative e qualitative per consentire agli investitori di confrontare in modo adeguato l’andamento della società nel corso del tempo e in relazione ai propri pari. La relazione evidenzia tuttavia che il gruppo dirigente di Tesla è costituito all'83% da uomini e al 59% da individui di razza bianca, nonostante la società sostenga di avere "una forza lavoro che descrive come costituita in stragrande maggioranza da minoranze" , e tutto ciò in un contesto in cui la base di clienti di Tesla sta cambiando e diventando sempre più eterogenea.

Calvert richiede a Tesla di includere nei suoi report la descrizione del processo seguito dal CdA per valutare l'efficacia dei programmi DEI della società e i risultati di tale valutazione. Invitiamo altresì Tesla a divulgare la sua relazione EEO-1 completa, ovvero un'accurata suddivisione dei dipendenti Tesla per razza e genere in base a 10 categorie occupazionali, un documento che viene già redatto e presentato ogni anno alla United States Equal Employment Opportunity Commission.

Nella sua relazione DEI, Tesla afferma "di svolgere le attività necessarie volte ad assicurare che la propria cultura sia improntata alla diversità e all'inclusione nella stessa misura in cui è caratterizzata da collaborazione e volontà di conseguire una prestazione ottimale." Ciononostante, per comprendere veramente se Tesla metta effettivamente in pratica la propria strategia, è necessario che la società sia più trasparente in merito alle proprie politiche e prassi riguardanti DEI e "si impegni" a fornire agli investitori dati attendibili, coerenti e comparabili di cui abbiamo bisogno per prendere decisioni di investimento informate.

Se da una parte riconosciamo che Tesla è impegnata a integrare i report DEI nella propria relazione d'impatto annuale, dall'altra desideriamo che il CdA comprenda che Tesla è rimasta indietro rispetto ai suoi omologhi per quanto concerne le informative.

L'impegno di Calvert favorisce diversità, equità e inclusione

Nel 2020, Calvert ha esaminato le maggiori società detenute nel proprio portafoglio core rappresentate dalla strategia Calvert US Large Cap Core Responsible Index. In quel periodo, meno del 20% divulgava dati EEO-1. In seguito alle nostre attività di engagement, oltre il 70% di queste società si è impegnato a divulgare la propria relazione EEO-1 completa su base annuale.

Temiamo che la mancanza di focalizzazione su DEI da parte di Tesla potrebbe ostacolare il suo potenziale di innovazione nel futuro. Invitiamo il CdA a impegnarsi a favore di una trasparenza totale piuttosto che comunicare gradualmente un numero sempre maggiore di informazioni, un approccio che risulterebbe inefficace.

Per evidenziare quanto sia importante per Tesla individuare l'approccio corretto in merito a questo aspetto, il tribunale di San Francisco ha imposto alla società il pagamento di USD 137 milioni a un ex appaltatore di colore che aveva intentato un'azione legale per discriminazione sul posto di lavoro.1 Inoltre, nel mese di maggio 2021, un tribunale arbitrale ha ordinato a Tesla il pagamento di USD 1 milione a favore di un altro ex dipendente quale esito di un procedimento arbitrale riguardante asserzioni simili. Calvert invita Tesla a essere più trasparente adottando provvedimenti che, a nostro avviso, beneficeranno i suoi dipendenti e potrebbero contribuire a preservare il valore per gli azionisti. Il cambiamento è necessario e Calvert è impegnata a promuoverne l'accelerazione.

La questione di fondo è che Calvert ritiene che la gestione del capitale umano, e in particolare diversità, equità e inclusione, rappresenti un'attività fondamentale che richiede trasparenza aziendale e la definizione di metriche, nonché indispensabile in termini di innovazione e competitività sul mercato. L'ampio sostegno espresso a favore della delibera degli azionisti dei nostri fondi presentata a Tesla evidenzia che gli investitori condividono queste opinioni e riconoscono quanto DEI sia importante per il successo aziendale.

 
 

1 NPR, aggiornato il 5 ottobre 2021, "Tesla dovrà pagare USD 137 milioni a un dipendente di colore che ha intentato un'azione legale per discriminazione razziale," a cura di Joe Hernandez.


 
 

Al 30 settembre 2021, Calvert deteneva nei propri portafogli le seguenti società nel sotto-comparto automobilistico:

Bayerische Motoren Werke AC
Daimler AG
Geely Automobile Holdings Limited
Ford Motor Company
Great Wall Motor Co., Ltd. Class H
Guangzhou Automobile Group Co., Ltd.
Isuze Motors Limited
Kia Corporation
Mahindra & Mahindra Ltd.
Maruti Suzuki India Limited
NIO Inc. Sponsored ADR Class A
Renault SA
SUBARU Corp
Tata Motors Limited
Tesla Inc.
Thor Industries, Inc.
Toyota Motor Corp.
Volkswagen AG

 
 

I riferimenti alle singole società vengono forniti a solo titolo informativo e intendono illustrare esclusivamente alcuni fattori pertinenti di natura ambientale, sociale e di governance. Le presenti informazioni non costituiscono un'offerta di vendita o una sollecitazione all’acquisto di alcun titolo. Le informazioni illustrate sono state ricavate internamente e/o ottenute da fonti ritenute attendibili. Calvert non rilascia tuttavia alcuna garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. Le opinioni e altre informazioni contenute nel presente materiale sono soggette a modifiche continue, senza preavviso di alcun tipo, e potrebbero non essere più accurate dopo la data indicata o la data del presente documento. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri.

 
 
Articolo Team Immagine
 
In qualità di leader negli investimenti ESG da oltre 40 anni, Calvert ha tutte le carte in regola per valutare la complessa varietà di rischi e opportunità riguardanti le società in cui investe.
 
 
 
john.streur
President and Chief Executive Officer
Calvert Research and Management
 
 
 
 

CONSIDERAZIONI SUI RISCHI
I portafogli sono esposti al rischio di mercato, ovvero alla possibilità che il valore di mercato dei titoli detenuti dal portafoglio diminuisca e che il valore delle azioni del portafoglio sia conseguentemente inferiore all’importo pagato dall’investitore per acquistarle. I valori di mercato possono cambiare quotidianamente a causa di eventi economici e di altro tipo (ad es. catastrofi naturali, crisi sanitarie, terrorismo, conflitti e disordini sociali) che interessano mercati, paesi, aziende o governi. È difficile prevedere le tempistiche, la durata e i potenziali effetti negativi (ad esempio la liquidità del portafoglio) degli eventi. Di conseguenza, l’investimento in qualsiasi strategia può comportare una perdita per l’investitore. Le strategie ESG che incorporano investimenti a impatto e/o fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) potrebbero generare una performance di investimento relativa che si discosta da quella di altre strategie o benchmark generali, a seconda del gradimento del mercato verso tali settori o investimenti. Di conseguenza, non vi è alcuna garanzia che le strategie ESG possano offrire una migliore performance relativamente agli investimenti. In generale, le valutazioni dei titoli azionari tendono a oscillare anche in risposta a specifiche attività di una società. Gli investimenti nei mercati estericomportano rischi specifici, quali rischi di cambio, politici, economici e di mercato. I rischi associati agli investimenti nei paesi emergenti sono maggiori di quelli associati agli investimenti nei paesi sviluppati esteri. I titoli obbligazionari sono soggetti alla capacità dell’emittente di rimborsare puntualmente capitale e interessi (rischio di credito), alle variazioni dei tassi d’interesse (rischio di tasso d’interesse), al merito di credito dell’emittente e alle condizioni generali di liquidità del mercato (rischio di mercato). In un contesto di tassi d’interesse in rialzo, i corsi obbligazionari possono calare e dar luogo a periodi di volatilità e a maggiori richieste di rimborso. In un contesto di calo dei tassi di interesse, il portafoglio potrebbe generare un reddito minore. I titoli con scadenze più lunghe potrebbero essere più sensibili alle variazioni dei tassi di interesse. Gli investimenti immobiliari, inclusi i Real Estate Investment Trust (REIT), sono soggetti a rischi simili a quelli associati alla proprietà diretta di immobili. Gli investimenti alternativi sono di carattere speculativo, prevedono un elevato grado di rischio, sono altamente illiquidi, tipicamente presentano spese più elevate di altri investimenti e comportano l'uso della leva finanziaria, vendite allo scoperto e derivati, il che può aumentare il rischio di perdite. Questi investimenti sono adatti agli investitori che comprendono tale genere di rischi e sono disposti ad accettarli. Le performance possono essere volatili e gli investitori possono perdere la totalità o una quota consistente del capitale investito.

DISTRIBUZIONE

Il presente materiale è destinato e sarà distribuito solo ai soggetti residenti nelle giurisdizioni in cui la sua distribuzione o disponibilità non siano vietate dalle leggi locali e dalle normative vigenti.

MSIM, la divisione di asset management di Morgan Stanley (NYSE: MS), e relative consociate hanno posto in essere accordi per il marketing reciproco dei rispettivi prodotti e servizi.  Ciascuna consociata MSIM è debitamente regolamentata nella propria giurisdizione operativa. Le consociate di MSIM sono: Eaton Vance Management (International) Limited, Eaton Vance Advisers International Ltd, Calvert Research and Management, Eaton Vance Management, Parametric Portfolio Associates LLC, Atlanta Capital Management LLC, Eaton Vance Management International (Asia) Pte. Ltd.

Il presente materiale è pubblicato da una o più delle seguenti entità:

EMEA –

Il presente materiale è destinato all’uso dei soli clienti professionali.

Nelle giurisdizioni dell’UE, i materiali di MSIM ed Eaton Vance vengono pubblicati da MSIM Fund Management (Ireland) Limited (“FMIL”). FMIL è regolamentata dalla Banca Centrale d’Irlanda ed è una private company limited by shares di diritto irlandese, registrata con il numero 616661 e con sede legale in The Observatory, 7-11 Sir John Rogerson’s Quay, Dublin 2, D02 VC42, Irlanda.

Nelle giurisdizioni esterne all’UE, i materiali di MSIM vengono pubblicati da Morgan Stanley Investment Management Limited (MSIM Ltd), autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrata in Inghilterra. N. di registrazione: 1981121. Sede legale: 25 Cabot Square, Canary Wharf, London E14 4QA.

In Svizzera, i materiali di MSIM vengono pubblicati da Morgan Stanley & Co. International plc, London, Zurich Branch (Sede Secondaria di Zurigo), autorizzata e regolamentata dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari ("FINMA"). Sede legale: Beethovenstrasse 33, 8002 Zurigo, Svizzera.

Nelle giurisdizioni esterne agli Stati Uniti e all’UE, i materiali di Eaton Vance vengono pubblicati da Eaton Vance Management (International) Limited (“EVMI”), 125 Old Broad Street, London, EC2N 1AR, Regno Unito, società autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority.

Italia – MSIM FMIL (Sede Secondaria di Milano) con sede in Palazzo Serbelloni, Corso Venezia 16, 20121 Milano, Italia. Paesi Bassi – MSIM FMIL (filiale di Amsterdam), Rembrandt Tower, 11th Floor Amstelplein 1 1096HA, Paesi Bassi. Francia – MSIM FMIL (filiale di Parigi), 61 rue Monceau, 75008 Parigi, Francia. Spagna – MSIM FMIL (filiale di Madrid), Calle Serrano 55, 28006, Madrid, Spagna. 

MEDIO ORIENTE

Dubai – MSIM Ltd (ufficio di rappresentanza, Unit Precinct 3-7th Floor-Unit 701 and 702, Level 7, Gate Precinct Building 3, Dubai International Financial Centre, Dubai, 506501, Emirati Arabi Uniti. Telefono: +97 (0)14 709 7158).

EVMI si avvale di un’organizzazione terza in Medio Oriente, Wise Capital (Middle East) Limited ("Wise Capital"), per promuovere le competenze di investimento di Eaton Vance presso gli investitori istituzionali. Per questi servizi, Wise Capital riceve una commissione basata sugli attivi sui quali Eaton Vance fornisce consulenza d’investimento grazie a queste presentazioni.

Hong Kong – Il presente materiale è pubblicato da Morgan Stanley Asia Limited per essere utilizzato a Hong Kong e deve essere distribuito solo a “professional investors” ai sensi delle definizioni contenute nella Securities and Futures Ordinance of Hong Kong (Cap 571). Il suo contenuto non è stato verificato o approvato da alcuna autorità di vigilanza, ivi compresa la Securities and Futures Commission di Hong Kong. Di conseguenza, fatte salve le esenzioni eventualmente previste dalle leggi applicabili, il presente materiale non può essere pubblicato, diffuso, distribuito, indirizzato o reso disponibile al pubblico a Hong Kong. Australia – La presente pubblicazione è diffusa in Australia da Morgan Stanley Investment Management (Australia) Pty Limited ACN: 122040037, AFSL n. 314182, che si assume la responsabilità del relativo contenuto. Questa pubblicazione e l’accesso alla stessa sono destinati unicamente agli “wholesale client” conformemente alla definizione dell’Australian Corporations Act.  Ai sensi del Corporations Act e in base all’ASIC Corporations (Repeal and Transitional) Instrument 2016/396, EVMI è esente dall’obbligo di detenere una licenza australiana per la fornitura di servizi finanziari a “wholesale client” secondo la definizione riportata nel Corporations Act 2001 (Cth). Calvert Research and Management, ARBN 635 157 434 è regolamentata dalla U.S. Securities and Exchange Commission secondo le leggi statunitensi che differiscono da quelle australiane. Per la fornitura di servizi finanziari agli “wholesale client” in Australia, Calvert Research and Management è esente dall’obbligo di detenere una licenza australiana per la fornitura di servizi finanziari secondo il Class Order 03/1100.

NOTA INFORMATIVA

Poiché non è possibile garantire che le strategie d’investimento risultino efficaci in tutte le condizioni di mercato, ciascun investitore deve valutare la propria capacità di mantenere l’investimento nel lungo termine e in particolare durante le fasi di ribasso dei mercati.

I conti a gestione separata potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori. Nei conti separati gestiti in base a una determinata strategia possono essere inseriti valori mobiliari che non replicano necessariamente la performance di un particolare indice. È richiesto un livello patrimoniale minimo.

Il modulo ADV, Parte 2, contiene informazioni importanti sui gestori degli investimenti.

Le opinioni e/o analisi espresse sono quelle dell’autore o del team d’investimento alla data di redazione del presente materiale, possono variare in qualsiasi momento senza preavviso a causa di cambiamenti delle condizioni economiche o di mercato e potrebbero non realizzarsi. Inoltre, le opinioni non saranno aggiornate né altrimenti riviste per riflettere informazioni resesi disponibili in seguito, circostanze esistenti o modifiche verificatesi dopo la data di pubblicazione. Le tesi espresse non riflettono i giudizi di tutto il personale di investimento in forza presso Morgan Stanley Investment Management (MSIM) e relative controllate e consociate (collettivamente, “la Società”) e potrebbero non trovare riscontro in tutte le strategie e in tutti i prodotti offerti dalla Società.

Il materiale è stato preparato utilizzando fonti d’informazione pubbliche, dati sviluppati internamente e altre fonti terze ritenute attendibili. Non vengono tuttavia fornite garanzie circa l’affidabilità di tali informazioni e la Società non ha provveduto a verificare in modo indipendente le informazioni tratte da fonti pubbliche e terze.

Il presente documento è da intendersi come una comunicazione generale non imparziale, redatta esclusivamente a scopi informativi ed educativi e che non costituisce un’offerta o raccomandazione per l’acquisto o la vendita di determinati valori mobiliari o l’adozione di una specifica strategia d’investimento. Le informazioni ivi contenute non tengono conto delle circostanze personali del singolo investitore e non rappresentano una consulenza d’investimento, né vanno in alcun modo interpretate quale consulenza fiscale, contabile, legale o normativa. A tal fine, nonché per conoscere le implicazioni fiscali di eventuali investimenti, si raccomanda agli investitori di rivolgersi a consulenti legali e finanziari indipendenti prima di prendere qualsiasi decisione d’investimento.

La Società non ha autorizzato gli intermediari finanziari a utilizzare e distribuire il presente materiale, a meno che tale utilizzo e distribuzione non avvengano in conformità alle leggi e normative vigenti. Inoltre, gli intermediari finanziari sono tenuti ad assicurarsi che le informazioni contenute nel presente materiale siano adatte ai soggetti a cui trasmettono il presente materiale alla luce delle circostanze e degli obiettivi di costoro. La Società non può essere ritenuta responsabile e declina ogni responsabilità in merito all’utilizzo proprio o improprio del presente materiale da parte degli intermediari finanziari.

Il presente materiale potrebbe essere stato tradotto in altre lingue. La versione originale in lingua inglese è quella predominante. In caso di discrepanze tra la versione inglese e quella in altre lingue del presente materiale, farà fede la versione inglese.

Il presente materiale non può essere riprodotto, copiato, modificato, utilizzato per creare un’opera derivata, eseguito, esposto, diffuso, pubblicato, concesso in licenza, incorniciato, distribuito o trasmesso, direttamente o indirettamente, e i suoi contenuti non possono essere divulgati, a terzi senza  l’esplicito consenso scritto della Società. Proibito collegare link a questo materiale, se non per uso personale e non commerciale. Tutte le informazioni di cui al presente documento sono proprietà intellettuale tutelata dalla legge sul diritto d’autore e altre leggi applicabili.

Calvert fa parte di Morgan Stanley Investment Management.  Morgan Stanley Investment Management è la divisione di asset management di Morgan Stanley.

NON GARANTITO DALLA FDIC | PRIVO DI GARANZIA BANCARIA | RISCHIO DI PERDITA DEL CAPITALE | NON GARANTITO DA ALCUN ENTE FEDERALE | NON È UN DEPOSITO

 

La presente comunicazione ha carattere promozionale.

Prima di procedere è necessario leggere attentamente tutti i Termini e le Condizioni che illustrano i vincoli legali e normativi che regolano la divulgazione delle informazioni relative ai prodotti di investimento Morgan Stanley Investment Management.

È possibile che i servizi illustrati in questo sito Web non siano disponibili in tutte le giurisdizioni o a qualsiasi persona. Per ulteriori informazioni, si rimanda alle condizioni d'uso.


Privacy e cookie    •    Istruzioni per l'uso

©  Morgan Stanley. Diritti riservati.