Insight Article Desktop Banner
 
 
Prospettive 2024
  •  
dicembre 19, 2023

Prospettive per il 2024: Obbligazionario multisettoriale: il ritorno dell’obbligazionario core

Insight Video Mobile Banner
 
dicembre 19, 2023

Prospettive per il 2024: Obbligazionario multisettoriale: il ritorno dell’obbligazionario core


Prospettive 2024

Prospettive per il 2024: Obbligazionario multisettoriale: il ritorno dell’obbligazionario core

Share Icon

dicembre 19, 2023

 
 

i fattori macroeconomici in gioco sono molteplici. Tuttavia, scorgiamo un contesto più favorevole per i mercati obbligazionari nel 2024.

 
PUNTI SALIENTI
1

Dopo un decennio caratterizzato da tassi d’interesse estremamente bassi, l’aggressiva normalizzazione delle politiche monetarie perseguita dalla Federal Reserve negli ultimi due anni ha creato un contesto difficile per gli investitori obbligazionari. La scomparsa della correlazione inversa tra i tassi a lungo termine privi di rischio e i settori con spread ha indotto gli investitori a riconsiderare le proprie posizioni obbligazionarie.

2

Vediamo delinearsi un contesto interessante per i mercati obbligazionari nel 2024, dove l’inflazione continuerà a rallentare, gli elevati tassi di interesse rallenteranno ulteriormente la crescita e la Fed abbandonerà inequivocabilmente il suo orientamento restrittivo. In questo scenario, riteniamo che il segmento obbligazionario tornerà a svolgere il suo ruolo tradizionale, cioè quello di offrire agli investitori reddito e diversificazione per i loro portafogli.

3

Riteniamo che la Fed abbia concluso il ciclo di rialzi aggressivi e abbia recentemente manifestato l’intenzione di invertire la rotta nel 2024. A quanto possiamo vedere, il ritmo dell’inflazione e la portata della crescita economica manterranno una politica monetaria flessibile che favorirà i gestori obbligazionari attivi.

 
 

Le nostre osservazioni

La crescita degli Stati Uniti ha dato prova di una notevole resilienza durante la fase più aggressiva della stretta monetaria della Fed, come non si vedeva da diversi decenni, grazie anche alla tenuta del mercato del lavoro e agli effetti residui delle politiche di stimolo deliberate durante la pandemia. Riteniamo che il rischio di un atterraggio duro nel 2024 sia minimo e che una recessione moderata sia l’esito più probabile. Allo stesso tempo, le valutazioni di alcuni settori hanno prezzato un “atterraggio molto morbido” e hanno escluso qualunque variabilità degli esiti sul piano economico, della politica monetaria e della situazione geopolitica.

A grandi linee, dividiamo il nostro ventaglio di opportunità in tre categorie: emittenti sovrani, emittenti societari e consumatori. Se da un lato i bilanci delle imprese e dei consumatori sono rimasti prudenti e quindi resilienti, dall’altro i bilanci pubblici hanno dovuto sopportare le conseguenze del maggiore impatto dei costi del servizio del debito e dei premi a termine.

Riteniamo che il mercato stia scontando un significativo ciclo di allentamento che inizierà a marzo, una convinzione ulteriormente rafforzata dai più recenti comunicati della Fed. Nello scenario che vediamo delinearsi, riteniamo che le strategie obbligazionarie di alta qualità  e flessibili, offrano opportunità interessanti in termini di valore sia relativo che assoluto nel 2024. Negli Stati Uniti, stiamo assistendo alla più debole ripresa tra i rendimenti delle emissioni aggregate e quelle high yield da oltre un decennio a questa parte. Riteniamo che i mercati stiano scontando in modo errato le tempistiche necessarie all’economia per avvertire appieno l’impatto complessivo della stretta operata dalla Fed. A nostro avviso, molti effetti ritardati dell’aumento dei tassi di interesse hanno appena iniziato a manifestarsi.

I settori obbligazionari di elevata qualità e più liquidi offrono storicamente valutazioni iniziali attrattive e ci aspettiamo che nei prossimi trimestri, con il rallentamento della crescita e l’aumento delle insolvenze, sovraperformino, in termini di rendimento, i settori di qualità inferiore.

Cosa stiamo facendo oggi

Abbiamo incrementato stabilmente la duration1 e la qualità all’interno dei nostri portafogli.  Nel complesso, la qualità creditizia di portafoglio è prossima ai massimi degli ultimi tre anni.

Oltre ad adottare un bias di duration neutrale, abbiamo posizionato i portafogli in modo da trarre vantaggio da un irripidimento della curva dei rendimenti. Poiché la Fed ha interrotto il ciclo dei rialzi, accennando a una possibile inversione di tendenza, riteniamo che la parte anteriore della curva dei rendimenti sia stabile e che la parte a lunga scadenza rimanga vulnerabile alle problematiche relative al deficit pubblico e all’indebolimento della domanda.

Propendiamo per un sovrappeso nelle obbligazioni societarie investment grade, in particolare nel settore finanziario per i money center e i grandi istituti bancari regionali, che hanno bilanci solidi, valutazioni relative più ampie e, a nostro avviso, saranno in grado di adattarsi meglio alla volatilità prevista.

Stiamo aumentando l’esposizione ai titoli garantiti da ipoteca (MBS) di agenzia, che hanno conosciuto un significativo ampliamento degli spread dovuto all’indebolimento della domanda tecnica sul mercato.  Siamo del parere che le valutazioni siano estremamente interessanti e che compensino il deterioramento della domanda tecnica.

Manteniamo un’esposizione moderata ai titoli societari con rating inferiore a investment grade, rispetto ai prestiti bancari, principalmente attraverso obbligazioni high yield selezionate. Abbiamo mantenuto il nostro posizionamento prudente e continuiamo a preferire i settori societari difensivi che scambiano al di sotto dei livelli storici.

Poiché i bilanci delle famiglie si sono generalmente normalizzati sui livelli pre-Covid, stiamo adottando un approccio graduale verso gli MBS non di agenzia (in particolare le garanzie collaterali che hanno beneficiato di un forte aumento dei prezzi delle abitazioni) e verso gli MBS commerciali (concentrandoci sul settore alberghiero e alcuni settori industriali selezionati, evitando i centri direzionali).  Infine, riteniamo che alcune emissioni investment grade di Collateralized Loan Obligation (CLO), presentino opportunità interessanti.

Cosa stiamo monitorando

Le banche centrali rimangono il fulcro dei mercati globali dei capitali: quale sarà l’andamento futuro delle politiche monetarie? Ci sarà una crescente dispersione tra le politiche delle varie banche centrali?

La divergenza tra le prospettive economiche degli Stati Uniti e quelle dell’Unione Europea: l’indebolimento graduale dell’economia statunitense porterà i mercati europei ad offrire migliori opportunità di investimento obbligazionario nel 2024?

Aumento delle insolvenze (sia tra le aziende che tra i consumatori) e dei licenziamenti: nonostante il mercato del lavoro continui a mostrarsi resiliente, si stanno forse manifestando segnali di debolezza?  Che impatto avrà sull’economia statunitense il ritorno delle insolvenze dei consumatori ai livelli pre-Covid?

Conflitti in Medio Oriente e Ucraina: quale impatto avrà il protrarsi dei conflitti in Ucraina e in Medio Oriente sulla crescita globale?

Politica fiscale: se l’attuale linea di politica fiscale dovesse continuare nel 2024 con le presidenziali americane, le pressioni sui mercati potrebbero aumentare e portare ad un ulteriore incremento dei premi a termine.

In sintesi, riteniamo che un cambio di regime globale, caratterizzato da elementi quali la deglobalizzazione, l’inflazione strutturale più elevata, il quantitative tightening, l’aumento dei rischi geopolitici e l’aumento del debito pubblico, lasci presagire che il 2024 sarà l’inizio di una nuova era per gli investimenti obbligazionari.

 
 

“Nello scenario che vediamo delinearsi, riteniamo che le strategie obbligazionarie di alta qualità e flessibili, offrano opportunità interessanti in termini di valore sia relativo che assoluto nel 2024.”

 
 

1 La duration misura la sensibilità del prezzo di un’obbligazione a una variazione dei tassi d’interesse. In generale, maggiore è la duration, più il prezzo di un’obbligazione scenderà quando i tassi di interesse aumenteranno (e maggiore sarà il rischio di tasso di interesse).

 
 

Considerazioni sui rischi: Gli investimenti in titoli obbligazionari possono essere influenzati dalle variazioni del merito di credito dell’emittente e sono esposti al rischio di mancato pagamento del capitale e degli interessi. Il valore dei titoli obbligazionari può inoltre diminuire a causa di timori reali o percepiti in merito alla capacità dell’emittente di onorare i pagamenti del capitale e degli interessi. Con l’aumento dei tassi di interesse, è probabile che il valore di alcuni investimenti obbligazionari subisca una flessione. Gli investimenti che comportano un rischio maggiore non implicano necessariamente un potenziale di rendimento più elevato. La diversificazione non garantisce un profitto né elimina il rischio di perdite. I titoli di debito sono esposti al rischio che l’emittente non adempia ai propri obblighi di pagamento. I titoli garantiti da ipoteche e da collaterale sono esposti al rischio di rimborso anticipato e a un più elevato rischio d’insolvenza e possono essere difficili da valutare e vendere (rischio di liquidità). Essi sono altresì soggetti ai rischi di credito, di mercato e di tasso d’interesse. Le obbligazioni high yield (“junk bonds”) sono titoli con rating inferiori che possono comportare livelli più elevati di rischio di credito e di liquidità. I prestiti bancari quotati sono soggetti al rischio di liquidità e ai rischi di credito tipici dei titoli con rating inferiori.

 
Vishal.Khanduja
Co-Head, Broad Markets Fixed Income
 
Brian.Ellis
Managing Director
 
 

INFORMAZIONI IMPORTANTI

Poiché non è possibile garantire che le strategie d’investimento risultino efficaci in tutte le condizioni di mercato, ciascun investitore deve valutare la propria capacità di mantenere l’investimento sul lungo termine e in particolare durante le fasi di ribasso dei mercati.t

I conti a gestione separata potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori. I conti separati gestiti in base alla Strategia illustrata comprendono diversi valori mobiliari e potrebbero non replicare la performance di un indice. Si raccomanda di valutare attentamente gli obiettivi d’investimento, i rischi e i costi della Strategia prima di effettuare un investimento. È richiesto un livello patrimoniale minimo.

Il modulo ADV, Parte 2, contiene informazioni importanti sui gestori degli investimenti.

Le opinioni e/o analisi espresse sono quelle dell’autore o del team d’investimento alla data di redazione del presente materiale, possono variare in qualsiasi momento senza preavviso a causa di cambiamenti delle condizioni economiche o di mercato e potrebbero non realizzarsi. Inoltre, le opinioni non saranno aggiornate né riviste per riflettere le informazioni divenute disponibili in seguito, le circostanze esistenti, o le modifiche che si verificano dopo la data di pubblicazione. Le tesi espresse non riflettono i giudizi di tutto il personale di investimento in forza presso Morgan Stanley Investment Management (MSIM) e relative controllate e consociate (collettivamente, “la Società”) e potrebbero non trovare riscontro in tutte le strategie e in tutti i prodotti offerti dalla Società.

Le previsioni e/o stime fornite sono soggette a variazioni e potrebbero non realizzarsi. Le informazioni concernenti i rendimenti attesi e le prospettive di mercato si basano sulla ricerca, sull’analisi e sulle opinioni degli autori o del team di investimento. Tali conclusioni sono di natura speculativa, potrebbero non realizzarsi e non intendono prevedere la performance futura di alcuna strategia o prodotto specifico offerto dalla Società. I risultati futuri possono divergere in misura rilevante sulla scia di sviluppi riguardanti i titoli, i mercati finanziari o le condizioni economiche generali.

Il materiale è stato preparato utilizzando fonti d’informazione pubbliche, dati sviluppati internamente e altre fonti terze ritenute attendibili. Tuttavia, non vengono fornite garanzie circa l’affidabilità di tali informazioni e la Società non ha provveduto a verificare in modo indipendente le informazioni tratte da fonti pubbliche e terze.

Il presente documento è da intendersi come una comunicazione generale non imparziale e tutte le informazioni fornite hanno esclusivamente scopo informativo e non sono da intendersi quale offerta o raccomandazione per l’acquisto o la vendita di valori mobiliari o l’adozione di una qualsiasi strategia d’investimento. Le informazioni ivi contenute non tengono conto delle circostanze personali del singolo investitore e non rappresentano una consulenza d’investimento, né vanno in alcun modo interpretate quale consulenza fiscale, contabile, legale o normativa. A tal fine, nonché per conoscere le implicazioni fiscali di eventuali investimenti, si raccomanda agli investitori di rivolgersi a consulenti legali e finanziari indipendenti prima di prendere qualsiasi decisione d’investimento.

Gli indici non sono gestiti e non includono spese, commissioni o oneri di vendita. Non è possibile investire direttamente in un indice. Tutti gli indici cui si fa riferimento nel presente documento sono proprietà intellettuale (inclusi i marchi commerciali registrati) dei rispettivi licenzianti. Eventuali prodotti basati su un indice non sono in alcun modo sponsorizzati, approvati, venduti o promossi dal rispettivo licenziante e il licenziante declina ogni responsabilità in merito.

Il presente materiale non è stato redatto dal Dipartimento di ricerca di Morgan Stanley e non è da intendersi quale materiale o raccomandazione di ricerca. La Società non ha autorizzato gli intermediari finanziari a utilizzare e distribuire il presente materiale, a meno che tale utilizzo e distribuzione non avvengano in conformità alle leggi e normative vigenti. Inoltre, gli intermediari finanziari sono tenuti ad assicurarsi che le informazioni contenute nel presente materiale siano adatte ai soggetti a il presente materiale viene trasmesso tenuto conto delle loro circostanze e obiettivi. La Società non può essere ritenuta responsabile e declina ogni responsabilità in merito all’utilizzo proprio o improprio del presente materiale da parte degli intermediari finanziari.

Il presente materiale potrebbe essere stato tradotto in altre lingue. La versione originale in lingua inglese è quella predominante. In caso di discrepanze tra la versione inglese e quella in altre lingue del presente materiale, farà fede la versione inglese.

Il presente materiale non può essere riprodotto, copiato, modificato, utilizzato per creare un’opera derivata, eseguito, esposto, diffuso, pubblicato, concesso in licenza, incorniciato, distribuito, o trasmesso, direttamente o indirettamente e integralmente o in parte e i suoi contenuti non possono essere divulgati a terzi, senza l’esplicito consenso scritto della Società. Proibito collegare link a questo materiale, se non per uso personale e non commerciale. Tutte le informazioni di cui al presente documento sono proprietà intellettuale tutelata dalla legge sul diritto d’autore e altre leggi applicabili.

Eaton Vance fa parte di Morgan Stanley Investment Management. Morgan Stanley Investment Management è la divisione di investimento di Morgan Stanley.

DISTRIBUZIONE

Il presente materiale è destinato e sarà distribuito solo ai soggetti residenti nelle giurisdizioni in cui la sua distribuzione o disponibilità non siano vietate dalle leggi locali e dalle normative vigenti.

MSIM, la divisione di asset management di Morgan Stanley (NYSE: MS), e relative consociate hanno posto in essere accordi per il marketing reciproco dei rispettivi prodotti e servizi. Ciascuna consociata MSIM è debitamente regolamentata nella propria giurisdizione operativa. Le consociate di MSIM sono:Eaton Vance Management (International) Limited, Eaton Vance Advisers International Ltd, Calvert Research and Management, Eaton Vance Management, Parametric Portfolio Associates LLC e Atlanta Capital Management LLC.

Questo materiale è pubblicato da una o più delle seguenti entità:

EMEA –

EMEA Il presente materiale è destinato all’uso dei soli clienti professionali.

Nelle giurisdizioni dell’UE, i materiali di MSIM ed Eaton Vance vengono pubblicati da MSIM Fund Management (Ireland) Limited (“FMIL”). La FMIL è regolamentata dalla Banca Centrale d’Irlanda ed è una private company limited by shares di diritto irlandese, registrata con il numero 616661 e con sede legale in The Observatory, 24-26 City Quay, Dublin 2, DO2 NY19, Irlanda.

Nelle giurisdizioni esterne all’UE, i materiali di MSIM vengono pubblicati da Morgan Stanley Investment Management Limited (MSIM Ltd), autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrata in Inghilterra. N. di registrazione: 1981121. Sede legale: 25 Cabot Square, Canary Wharf, London E14 4QA.

In Svizzera, i materiali di MSIM vengono pubblicati da Morgan Stanley & Co. International plc, London, Zurich Branch (Sede Secondaria di Zurigo), autorizzata e regolamentata dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (“FINMA”). Sede legale: Beethovenstrasse 33, 8002 Zurich, Switzerland.

Nelle giurisdizioni esterne agli Stati Uniti e all’UE, i materiali di Eaton Vance vengono pubblicati da Eaton Vance Management (International) Limited (“EVMI”), 125 Old Broad Street, London, EC2N 1AR, Regno Unito, società autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority.

Italia – MSIM FMIL (Filiale di Milano), (Sede Secondaria di Milano) Palazzo Serbelloni Corso Venezia, 16 20121 Milano, Italia. Paesi Bassi –MSIM FMIL (Filiale di Amsterdam), Rembrandt Tower, 11th Floor Amstelplein 1 1096HA, Paesi Bassi. Francia –MSIM FMIL (Filiale di Parigi), 61 rue de Monceau 75008 Parigi, Francia. Spagna –MSIM FMIL (Filiale di Madrid), Calle Serrano 55, 28006, Madrid, Spagna. Germany: MSIM FMIL (Francoforte Branch), Grosse Gallusstrasse 18, 60312 Frankfurt am Main, Germania (Gattung: Zweigniederlassung (FDI) gem. § 53b KWG). Danimarca –MSIM FMIL (filiale di Copenaghen), Gorrissen Federspiel, Axel Towers, Axeltorv 2, 1609 Copenhagen V, Denmark. 

MEDIO ORIENTE –

Dubai - MSIM Ltd (ufficio di rappresentanza, Unit Precinct 3-7th Floor-Unit 701 and 702, Level 7, Gate Precinct Building 3, Dubai International Financial Centre, Dubai, 506501, Emirati Arabi Uniti. Telefono: +97 (0)14 709 7158).

Questo documento è distribuito presso il Dubai International Financial Centre da Morgan Stanley Investment Management Limited (Ufficio di Rappresentanza), un’entità regolamentata dalla Dubai Financial Services Authority (DFSA), ed è destinato all’uso dei soli clienti professionali e controparti di mercato. Il presente documento non è destinato alla distribuzione ai clienti retail e tali clienti non possono agire sulla base delle informazioni in esso contenute.

Questo documento riguarda un prodotto finanziario che non è soggetto ad alcuna forma di regolamentazione o approvazione da parte della DFSA. La DFSA non è responsabile di esaminare o verificare alcun documento in relazione al presente prodotto finanziario. Pertanto, la DFSA non ha approvato questo documento né altra documentazione associata, non ha adottato alcuna misura per verificare le informazioni ivi contenute e declina ogni responsabilità in merito. Il prodotto finanziario a cui si fa riferimento nel presente documento può essere illiquido e/o soggetto a restrizioni relativamente alla sua cessione o trasferimento. Si raccomanda ai potenziali acquirenti di effettuare delle verifiche di due diligence indipendenti sul prodotto finanziario. In caso di dubbi circa il contenuto del presente documento si consiglia di rivolgersi a un consulente finanziario autorizzato.

U.S:

NON GARANTITO DALLA FDIC | PRIVO DI GARANZIA BANCARIA | RISCHIO DI PERDITA DEL CAPITALE | NON GARANTITO DA ALCUN ENTE FEDERALE | NON È UN DEPOSITO

America Latina (Brasile, Cile, Colombia, Messico, Perù e Uruguay)

Il presente materiale è destinato unicamente agli Investitori istituzionali o qualificati. Tutte le informazioni del presente documento sono riservate e a uso esclusivo del destinatario e non possono essere trasmesse a terzi. Questo materiale viene fornito a solo scopo informativo e non è da intendersi come un’offerta, una sollecitazione o una raccomandazione pubblica per l’acquisto o la vendita di prodotti, servizi, titoli o strategie. La decisione di investire deve essere presa solo dopo aver letto la relativa documentazione e aver condotto una due diligence approfondita e indipendente.

ASIA PACIFICO

Hong Kong – Il presente materiale è distribuito da Morgan Stanley Asia Limited per essere utilizzato a Hong Kong e reso disponibile esclusivamente agli “investitori professionali”, ai sensi delle definizioni contenute nella Securities and Futures Ordinance di Hong Kong (Cap 571). Il suo contenuto non è stato verificato o approvato da alcuna autorità di vigilanza, ivi compresa la Securities and Futures Commission di Hong Kong. Di conseguenza, fatte salve le esenzioni eventualmente previste dalle leggi applicabili, questo materiale non può essere pubblicato, diffuso, distribuito, indirizzato o reso disponibile al pubblico a Hong Kong. Singapore – Il presente materiale è distribuito da Morgan Stanley Investment Management Company e non deve essere considerato come un invito a sottoscrivere o ad acquistare, direttamente o indirettamente, destinato al pubblico o a qualsiasi soggetto di Singapore che non sia (i) un “institutional investor” ai sensi della Section 304 del Securities and Futures Act, Chapter 289 di Singapore (“SFA”), (ii) una “relevant person” (che comprende un investitore accreditato) ai sensi della Section 305 dell’SFA, dove anche in questi casi la distribuzione viene effettuata nel rispetto delle condizioni specificate dalla Section 305 dell’SFA, o (iii) altri soggetti, in conformità e nel rispetto delle condizioni di qualsiasi altra disposizione applicabile emanata dalla SFA. La presente pubblicazione non è stata esaminata dalla Monetary Authority of Singapore. Australia –Il presente materiale è fornito da Morgan Stanley Investment Management (Australia) Pty Ltd ABN 22122040037, AFSL No. 314182 e relative consociate e non rappresenta un’offerta di partecipazioni. Morgan Stanley Investment Management (Australia) Pty Limited provvede affinché le consociate di MSIM forniscano servizi finanziari ai “clienti wholesale” australiani. Le partecipazioni verranno offerte unicamente in circostanze per le quali non sia prevista l’esistenza di informative ai sensi del Corporations Act 2001 (Cth) (il “Corporations Act”). Qualsiasi offerta di partecipazioni non potrà intendersi tale in circostanze per le quali sia prevista l’esistenza di informative ai sensi del Corporations Act e verrà proposta unicamente a soggetti che si qualifichino come “clienti wholesale” secondo le definizioni indicate nel Corporations Act. Il presente materiale non verrà depositato presso la Australian Securities and Investments Commission.

Giappone –

Il presente materiale è destinato ai soli investitori professionali e viene diffuso o distribuito unicamente a scopi informativi. Per i destinatari che non siano investitori professionali, il presente materiale viene fornito in relazione alle attività di Morgan Stanley Investment Management (Japan) Co., Ltd. (“MSIMJ”) concernenti i mandati di gestione discrezionale degli investimenti (“IMA”) e i mandati di consulenza di investimento (“IAA”) e non costituisce una raccomandazione o sollecitazione di transazioni od offerte relative a uno strumento finanziario specifico. In base ai mandati discrezionali di gestione degli investimenti, il cliente stabilisce le politiche di gestione di base in anticipo e incarica MSIMJ di prendere tutte le decisioni di investimento sulla base di un’analisi del valore e di altri fattori inerenti ai titoli e MSIMJ accetta tale incarico. Il cliente delega a MSIMJ i poteri necessari per effettuare gli investimenti. MSIMJ esercita tali poteri delegati sulla base delle decisioni d’investimento prese da MSIMJ e il cliente non impartisce istruzioni individuali. Tutti gli utili e le perdite degli investimenti spettano ai clienti; il capitale iniziale non è garantito. Si raccomanda di valutare gli obiettivi d’investimento e le tipologie di rischio prima di effettuare un investimento. La commissione applicabile ai mandati di gestione discrezionali o di consulenza d’investimento si basa sul valore degli attivi in questione moltiplicato per una determinata aliquota (il limite massimo è il 2,20% annuo inclusivo d’imposta), calcolata proporzionalmente alla durata del periodo contrattuale. Alcune strategie sono soggette a una commissione condizionata (contingency fee) in aggiunta a quella sopra menzionata. Potrebbero essere applicati altri oneri indiretti, come ad esempio le commissioni di intermediazione per l’acquisto di titoli inglobati in altri strumenti. Poiché questi oneri e spese variano a seconda delle condizioni contrattuali e di altri fattori, MSIMJ non è in grado di illustrare in anticipo aliquote, limiti massimi, ecc. Si raccomanda a tutti i clienti di leggere attentamente la documentazione fornita in vista della stipula del contratto prima di sottoscriverne uno. Il presente materiale è distribuito in Giappone da MSIMJ, n. registrazione 410 (Director of Kanto Local Finance Bureau (Financial Instruments Firms)), membro di: Japan Securities Dealers Association, The Investment Trusts Association, Japan, Japan Investment Advisers Association e Type II Financial Instruments Firms Association.

 

La presente comunicazione ha carattere promozionale.

Prima di procedere è necessario leggere attentamente tutti i Termini e le Condizioni che illustrano i vincoli legali e normativi che regolano la divulgazione delle informazioni relative ai prodotti di investimento Morgan Stanley Investment Management.

È possibile che i servizi illustrati in questo sito Web non siano disponibili in tutte le giurisdizioni o a qualsiasi persona. Per ulteriori informazioni, si rimanda alle condizioni d'uso.


Privacy e cookie    •    Istruzioni per l'uso

©  Morgan Stanley. Diritti riservati.